Irish flag    La mia Irlanda    European flag

HOME

CITTA'LUOGHI DA VISITAREMAPSCONSIGLIIL CLIMAGUIDARE IN IRLANDALA CUCINA IRLANDESEMADE IN IRELANDCURIOSITA'RACCONTI DI VIAGGIORASSEGNA STAMPAvideo irlandaSTUDIARE INGLESEDOWNLOAD

Home is where the heart is... La tua casa è dove è il tuo cuore...

shamrock - trifoglioIrlanda 24 - 29 Aprile 2008


Questo è il viaggio più bello che io abbia mai fatto…
Siamo partiti il 24 aprile 2008. Eravamo in 11: le mie due sorelle Federica e Nicoletta, mia madre Elena, mio padre Enrico, i nostri amici Rosalba e Stefano con i figli Enrico, Matteo e Anna e il ragazzo della maggiore, Jack (Giacomo). Abbiamo preso a Bergamo il volo Ryanair per Dublino. 
Dopo 3 ore circa di viaggio siamo arrivati nella splendida capitale irlandese, abbiamo preso 2 taxi e siamo andati al nostro B&B (Inishowen House, di proprietà del gentilissimo Terry). Lì ci aspettavano Cristina e Stefano, artefici del sito che state visitando, nonché mia zia e mio zio, che ci avrebbero mostrato le nostre camere.
Il giorno dopo ci siamo svegliati e siamo subito andati a prendere l’autobus, tutti insieme, per il centro di Dublino. I due autobus che potevamo prendere erano il numero 122 o il numero 19.

Molly Malone

Il primo giorno Cristina e Stefano ci hanno mostrato un po’ la città.
Per prima cosa siamo entrati al famoso Trinity College. Siamo entrati nella biblioteca, dove è conservata la famosa arpa di Brian Boru, primo Re d’Irlanda. La biblioteca era bellissima…sembrava di entrare in quella dei film di Harry Potter
Dopo aver visitato il Trinity, siamo andati al Tourist Office, il luogo dove noi turisti potevamo prenotare viaggi organizzati giornalieri in pullman. Inoltre al Tourist Office si potevano anche acquistare simpatici gadget, magliette, borse e felpe. 

Nel pomeriggio abbiamo visitato il centro della città, dove abbiamo incontrato moltissimi artisti di strada. Poi abbiamo visto la statua in bronzo di Molly Malone, che è un personaggio equivalente alla nostra piccola fiammiferaia.


Il giorno seguente siamo andati alla famosa Guinness Storehouse, la fabbrica a forma di Pinta dove nasce la magia della Guinness!!

Guinness - St. James' Gate - Dublino

È formata da 7 piani, dove puoi vedere il processo della creazione della Guinness, dal malto, all’acqua del Liffey (il fiume che attraversa Dublino) fino all’ultimo piano dove c’è il Gravity Bar e la “degustazione”.

Guinness Storehouse




Dopo la visita alla Guinness Storehouse eccoci di nuovo tra le vie di Dublino, diretti in Temple Bar, il quartiere più famoso della capitale irlandese. Qui si trovano i Pub più famosi di Dublino, dall’omonimo Temple Bar, all’Hard Rock Cafè Dublin, al Vat House o all’Oliver St. John Gogarty.

Temple Bar - Dublino



Il 3° giorno siamo andati tutti (meno mia sorella piccola, ammalata, e mia mamma) ai giardini più belli di tutta l’Irlanda: Powerscourt Gardens. In questo splendido posto puoi vedere i giardini italiani, poi il tipico giardino giapponese, il cimitero degli animali, vari tipi di piante e fiori e infine la serra, che purtroppo non abbiamo potuto visitare perché era chiusa per lavori di manutenzione.

Powerscourt Gardens - Irlanda


Nel pomeriggio siamo andarti a Glendalough, cioè la valle dei laghi. Lì abbiamo visitato un monastero antico e abbiamo percorso un pezzo del lungo-lago.

Glendalough - Irlanda

Il giorno dopo siamo andati a Malahide, dove sorge un antico e bellissimo castello.

Malahide Castle - Irlanda - Ireland



Dopo aver visitato il castello e mangiato qualcosa siamo andati a Howth, una piccola cittadina abitata soprattutto da pescatori. Qui si possono vedere i leoni marini. Ormai abituati alla presenza dell’uomo, si avvicinano al porto e la gente tira gli scarti della pescheria. Passeggiando lungo il porto vede in lontananza un'isola che si chiama Ireland's Eye.

Foca a Howth


Poi siamo tornati a Dublino al B&B di Terry.
Il giorno seguente la comitiva si è divisa in due. Mia madre, mio padre, le mie sorelle e i nostri amici sono andati alle Cliffs, le famose scogliere Irlandesi. Il panorama era magnifico, tutti sono rimasti senza fiato nel vedere l’oceano e sono rimasti ad ammirarlo per quasi un’ora, passeggiando lungo la scogliera.
All’estremità di una sporgenza della scogliera era situata una piccola torre a cui si poteva accedere tramite una scalinata. 

Cliffs of Moher - Scogliere


Cristina, Stefano, Patrick ed io siamo andati a Newgrange, un’antichissima tomba. Aveva le stesse particolarità di Stonehenge in un certo senso, perché durante il solstizio d’inverno il sole entrava da un’apertura in alto, illuminando tutta la stanza. All’esterno della tomba, sul prato, c’erano dei piccoli rettangoli di pietra posti in modo verticale, che probabilmente venivano usati come un calendario, o comunque come modo per segnare il passare del tempo.

NEWGRANGENewgrange - Ireland - Irlanda

NEWGRANGE


Poi siamo tornati a Dublino, dove abbiamo incontrato Ken, l’amico Irlandese di Cristina. Ci ha portato a mangiare all’Oliver St. John Gogarty, dove si possono assaporare moltissimi piatti tipici.
La sera ci siamo incontrati con il resto del gruppo e siamo tornati al B&B, poiché il giorno dopo (29 aprile 2008) tutti, tranne Patrick, Cristina e Stefano, saremmo tornati a malincuore in Italia.
Il mio sogno è tornarci per poter visitare meglio tutti i posti che ho visto e poter scoprire nuove mete…
Ireland, I miss you!

Maggie.


Le pagine della sezione RACCONTI DI VIAGGIO sono state visitate  Imprese Milano   volte


per contattarci:  info@lamiairlanda.com

www.lamiairlanda.com - P. IVA 01572260931 - © 2008 - riproduzione vietata

Bandiera Irlandese